14 MARZO 2017 “SORGENTE D’INFINITO” (Gv 4,5-42)

14 MARZO 2017  “SORGENTI D’INFINITO” (Gv 4,5-42)

Il percorso quaresimale ci porta dalla fame di pane (I Dom), passando attraverso luminose trasformazioni (II Dom), alla sete di infinito (III Dom). Un percorso dal bisogno fisico a quello affettivo a quello “in spirito e verità”.

Le domande e le riflessioni fatte a Luca durante la diretta tramite la chat:

rosy: possono e devono essere vissute insieme le tre esperienze delle tre donne

digioiaingioia: Perchè al pozzo c’è una donna e non un uomo in questo brano del vangelo? C’è un implicito? E’ perchè sono le donne elette ad imparare ad amare?

CamminodiLuce: Ciao Luca, è bellissimo quello che hai spiegato rispetto a questa presenza di Gesù nella nostra vita, una presenza che dona amore pieno, ci rende persone ricche e complete….. ma come mai allora ci è così difficile scegliere la sua strada?

Teresa: Grazie…Luca..eh! mi ci ritrovo in questo brano della Parola e nella tua riflessione! per Amare ma prima ancora per accogliere questo Amore occorre liberarci da tante di quelle scorie che altro che placche di colesterolo!!!! pero penso che Gesù come domenica scorsa veniamo prese in disparte. E’ un percorso per me almeno non facile, in salita ma se lo inizi poi vai avanti, non sei sola. ci sarà sempre un monte, un pozzo in cui veniamo incontrati! grazie , veramente grazie!

chandra: ciao Luca, sono spunti di riflessioni importanti. In un tempo come questo del consumismo anche in amore. Quando non serve più si butta. questi incontri sono veramente importanti. Grazie!!

Giuseppe: In fondo (anche in riferimento a Osea) ciò che conta non è ciò che fai ma quello che sei!

Consigliato il brano di Mario Venuti “Echi d’infinito”, interpretato dalla bellissima voce di Antonella Ruggiero a cura di Sauro Secci.

 

Pubblicato in Videoconferenze | Lascia un commento

MARTEDÌ 7 MARZO 2017 “METAMORFOSI DI LUCE” (Mt 17,1-9)

MARTEDÌ 7 MARZO 2017 alle ore 21.00 il VANGELO DOMENICALE IN DIRETTA streaming su: “METAMORFOSI DI LUCE” (Mt 17,1-9)

Ci attende un destino di bellezza e di gioia attraverso trasformazioni e passaggi di luce ed ombre. A cura della Parrocchia dell’Invisibile.

Queste le domande e le riflessioni fatte a Luca durante la diretta:

chandra: Grazie Don Luca, io sono toscana ma vivo a milano da 21 anni, e ho deciso di affrontare le paure, lasciare il certo per l’incerto, ma darmi una nuova possibilità di sentire la gioia dentro. E quest’anno tornerò in toscana! Bell’incoraggiamento stasera. Grazie! Mara

CamminodiLuce: I discepoli salgono sul monte per incontrare Dio/se stessi, mentre la Genesi chiede di entrare in se stessi per conoscere veramente il proprio Spirito interiore. Il cammino è lo stesso ? Grazie Luca

teresa: ciao don Luca! grazie! mi hai colpito particolarmente questa sera! sai penso che per ognuno di noi ci sia stato un momento in cui siamo stati presi in disparte per vivere insieme al Padre un momento speciale. Questa esperienza ti cambia ! grazie don Luca, veramente!

olga: Bellezza di ogni età! Vorrei gridare la bellezza dei miei oltre settant’anni!. Sembra, in questo nostro mondo, che tutti si sia sconfitti, a partire almeno dai 60. Senti come se ne parla? Solo in chiave di perdita di ogni bellezza. L’ accogliere la vita, anche nei suoi momenti bui, quelli che proprio ti atterrano, è scegliere la Vita, la bellezza, la gioia. GRAZIE

olga: Bellezza di ogni età! Vorrei gridare la bellezza dei miei oltre settant’anni!. Sembra, in questo nostro mondo, che tutti si sia sconfitti, a partire almeno dai 60. Senti come se ne parla? Solo in chiave di perdita di ogni bellezza. L’ accogliere la vita, anche nei suoi momenti bui, quelli che proprio ti atterrano, è scegliere la Vita, la bellezza, la gioia. GRAZIE

Chiara : Grazie per quello che stasera ci hai detto… Quando si è atterriti, nelle fase buie non sempre è facile ascoltare, farsi toccare…

CamminodiLuce: E’ fortissimo ilm passaggio in cui Gesù ci dice: “Alzatevi e non temete”, lo proponiamo come augurio per la festa della donna di domani, ma per tutti, sia per le donne , quanto per gli uomini di questo tempo che ha tanto bisogno di fiducia e amore vero.

Consigliato il brano “Luce” di Elisa a cura di Sauro Secci. 

 

Pubblicato in Videoconferenze | Lascia un commento

28 FEBBRAIO 2017 “IL CUORE PROVATO” (Mt 4,1-11)

Commento sul vangelo domenicale di  Mt 4,1-11

Le tentazioni (come per Gesù nel deserto) possono diventare occasioni per far emergere il dono e la scelta di fondo….

Le domande e le riflessioni fatte a Luca durante la diretta tramite la chat:

Elisabetta: in che senso il digiuno è in chiave relazionale?

CamminodiLucepuoi spiegare meglio il significato di “entrare nella tentazione”

 teresa: ci viene chiesto di essere co-protagonisti della nostra vita? il bene ci viene donato però possiamo anche rifiutarlo?

Consigliato il brano “Amen” di Noemi a cura di Sauro Secci. 

Pubblicato in Videoconferenze | Lascia un commento

MARTEDÌ 21 FEBBRAIO 2017 “L’AFFANNO CHE ACCORCIA LA STATURA” (Mt 6,24-34)

MARTEDÌ 21 FEBBRAIO 2017 alle ore 21.00 il VANGELO DOMENICALE IN DIRETTA streaming su: “L’AFFANNO CHE ACCORCIA LA STATURA” (Mt 6,24-34)

Come vincere lo stress e la preoccupazione del quotidiano? Come allentare i ritmi frenetici che stancano e logorano l’esistenza? Tutto dipende dalla qualità della tua fiducia e dai maestri a cui guardi...

rondine: grazie Luca, anche stasera ci doni perle preziose per vivere.Noi siamo eterni, hai detto, è così e io l’ho capito da quando il mio AMORE è andato lassù…Noi siamo esseri spirituali con un breve percorso terreno! Siamo quindi VIVI per sempre|

Marco di Arona: E’ importante l’accenno che hai fatto sulla necessità di essere uniti interiormente , da dove partire pero ?

digioiaingioia: come faccio a fidarmi di qualcuno? se abbaia è affidabile al 100 per 100. Io penso che nella natura e nei cani in particolari troviamo il grande mistero, così come nei bambini, dell’amore gratuito. Io ho avuto un cane Miele e ho imparato molto da lui sull’amore e sulla fedeltà. L’unica sua preoccupazione era farmi felice sempre. L’ansia delle persone e la perenne preoccupazione nasce dal non considerare che la vita è un boccone d’aria

GIUlianoMATTI: GRAZIE CARO LUCA PER QUESTA “MEDICINA” , BALSAMO PER LA NOSTRA VITA. … “DONACI LA LIBERTA’ DEI FIORI DEL CAMPO… DONACI LA PACE.. E TUTTO IL RESTO CI SARA’ DATO IN PIU’…. CON IMMENSA GRATITUDINE A QUESTO PADRE CHE CI AMA IMMENSAMENTE , CI LASCIA LIBERI ANCHE DI SBAGLIARE….

Consigliato il bellissimo brano di Renato Zero Il maestro”, nel quale Renato ci invita, nella nostra unicità, a guardare alto, con fiducia sulle orme del maestro, a cura di Sauro Secci. 

Pubblicato in Videoconferenze | Lascia un commento

MARTEDÌ 14 FEBBRAIO 2017 “AMORE DISARMATO” (Mt 5,38-48)

MARTEDÌ 14 FEBBRAIO 2017 alle ore 21.00 il VANGELO DOMENICALE IN DIRETTA streaming su: “AMORE DISARMATO” (Mt 5,38-48)

C’è una strada di pace possibile nei meandri del cuore umano e della storia. Ma solo per chi pratica la resilienza, la resistenza operosa e amorosa a “nemici” e avversità. A cura della Parrocchia dell’Invisibile.

Le domande e le riflessioni fatte a Luca durante la diretta tramite la chat

gianfranco: Quando parli di amare i nemici,anche i nostri nemici interni,le nostre fragilità e che in realtà i nemici siamo noi;

digioiaingioia: io non so cosa chiedere…mi pare tutto chiaro.Possiamo però cambiare la parola male con il termine opportunità , per non correre il rischio di dividere le acque ma impegnarsi in una lettura circolare della vita

Teresa: ciao don Luca! grazie!!! occorre affidarci a Lui, aggrapparci proprio a Lui!!! è un percorso all’indietro…occorre farsi piccoli…i bambini si fidano! grazie!!!

sauro: resilienza come elemento essenziale per gestire le paure che ci abitano. Una componente essenziale nel tempo che stiamo vivendo per convertire in opportunità le crisi economiche, ambientali e sociali che ci troviamo ad affrontare

olga: tutto è condivisibile, di quanto hai detto. Forse bisognerebbe cercare di fare entrare di più nel cuore dell’uomo,l’idea che anche il male è da accogliere, e non da fuggire, proprio se lo si utilizza come strumento di crescita personale. grazie infinite per queste conversazioni

Consigliato il brano dell’israeliana Yael Deckelbaum che canta insieme ad artisti e madri palestinesi nel toccante video “The preyer of the Mothers“, in cui interviene con un messaggio anche la liberiana Leymah Gbowee premio nobel per la pace 2011, a cura di Sauro Secci. 

 

Pubblicato in Videoconferenze | Lascia un commento

MARTEDÌ 7 FEBBRAIO 2017 “AL CUORE DELLA LEGGE” (Mt 5,17-37)

MARTEDÌ 7 FEBBRAIO 2017 alle ore 21.00 il VANGELO DOMENICALE IN DIRETTA streaming su: “AL CUORE DELLA LEGGE” (Mt 5,17-37)

Gesù non ha cancellato la Legge antica, non ha abolito le regole del vivere comune, non ha oltrepassato la legalità, ma le ha depositate nel cuore dell’uomo, nel profondo della sua coscienza. A cura della Parrocchia dell’Invisibile.

Le domande e le riflessioni fatte a Luca durante la diretta tramite la chat

AleLia: Non possiamo evitare il futuro, forse conviene adattarsi piano piano e cercare di far capire ai giovani il valore del contatto umani senza filtri.

sauro: la vittoria di Trump come occasione irripetibile di uno scossone come tu dicevi, su una corsa che dal dopoguerra ad oggi si è progressivamente spostata sui miti e sulle emulazioni con la esaltazione della superficie in luogo della profondità, piuttosto che nella ricerca di una propria strada e che ci ha portato sino alla profonda crisi sistemica che stiamo vivendo. Da sessantenne, pure se non immune da “tossicità moderne o da connessione”, ho avuto la fortuna di nutrirmi di quell’immenso giacimento di valori e di solidarietà che è stata la civiltà contadina, tanto è vero che uno dei miei riferimenti assoluti è stata mia nonna analfabeta: un concentrato di saggezza. Purtroppo passare dall’uso all’abuso tecnologico è un rischio immane, insito in tutte le cose potenti.

Rosaria&Silvio: Bisogna imparare a fare silenzio, riscoprire la contemplazione per cogliere la bellezza, con cui rispecchiarci

teresa: ciao don Luca! grazie! viviamo nella diffidenza verso l’altro, nell’indifferenza. andiamo di corsa, non riusciamo più a fermarci per riflettere.talvolta anche le esperienze parrocchiali sono così…cosa trasmettiamo ai giovani? la gioia dell’incontro e della complementarietà con l’altro? poniamoci delle domande!

animemodenesi: gesu ci dice di tagliare occhi mani ecc ecc ma dobbiamo essere cosi’ radicali?ma come ci si riesce?

animemodenesi: gesu ci dice di tagliare occhi mani ecc ecc ma dobbiamo essere cosi’ radicali?ma come ci si riesce?

Consigliato il brano “Tu lo sai” di Alberto Fortis”, a cura di Sauro Secci. 

Pubblicato in Videoconferenze | Lascia un commento

MARTEDÌ 31 GENNAIO 2017 “Cristalli di luce e sale” (Mt 5,13-16)

MARTEDÌ 31 GENNAIO 2017 alle ore 21.00 il VANGELO DOMENICALE IN DIRETTA streaming su: “Cristalli di luce e sale” (Mt 5,13-16)

La nostra vita è una potenzialità infinita chiamata ad esprimersi e diffondersi. Come la luce, che non può essere nascosta sotto il tavolo, o come il sale, che si scioglie per rendere gustosa l’esistenza, ma che può perdere sapore…. A cura della Parrocchia dell’Invisibile.

Le domande fatte a Luca e Monica durante la diretta tramite la chat:

teresa: ciao don Luca, ciao a tutti! sto in questo momento riflettendo sulla parabola del padre misericordioso. la luce dei figli si spegne…ma l’amore del Padre che attende senza essere invadente riesce ad insinuarsi e farla risplendere

sevenUp: francamente “Into the wild” (non ho visto il film ma ho letto il libro in lingua originale) non mi è piaciuto. Alex pensa di poter vivere da solo e (senza spoilerare il libro/film) non ci riesce. Abbandona la famiglia senza dare notizie di se. Rifiuta l’aiuto di molte persone che avevano accolto il suo modo di vivere. lo trovo un atteggiamento molto egoistico e quasi onanista. Se vuoi cambiare una società in cui non ti riconosci devi agire da dentro (guarda anche Capitain Magic). Essere sale, come dicevi tu, è sterile se si è soli. E’ un esaltatore del gusto o un conservatore di cibi se mischiato ad altro. Anche la luce nel vuoto interstellare si perde. Ci vuole sempre qualcuno o qualcosa perchè ciò che c’è di buono in noi si esprima in modo tangibile. Non siamo monadi ma animali sociali

franz: Ciao a tutti… cosa intendi con: “quando ci allontaniamo da noi stessi”? Altra cosa… “assomigliare a Gesù”… credo si possa anche dire vivere la nostra storia, la nostra vita, da risorti… Penso che la Luce splenda sempre… come dire le nostre opere “buone” non potranno essere nascoste… non credo dipenda da noi nasconderle o portarle in alto, credo sia una caratteristica del nostro vivere in Cristo, che ci pone in alto per illuminare la nostra umanità…

Consigliato il brano “Luce” dell’indimenticabile Mango insieme alla bellissima e purissima voce del Sinai di Zenîma, il cui nome in Egiziano Arcaico vuol dire “Cerchio/Auspicio grazioso”, a cura di Sauro Secci. 

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento