19 APRILE 2016 “L’amore contagioso” (Gv 13,31-35)

Amare “come” Gesù ha amato (persino l’amico traditore) non è imitazione, ma entrare con tutto se stessi dentro un respiro nuovo, un salto di coscienza, una sorgente che rigenera e conduce alla vita, contagiando per contatto.

Consigliato il bellissimo video “Dove non c’è amore metti amore” in cui si può ascoltare la canzone di Matisyahu

Le domande poste in chat dopo la lettura ed il commento del brano:
ElisabettaG: la tua riflessione è molto spiazzante perché di fronte a una persona che ha ferito me e crocifisso una comunità intera, il massimo amore che riesco a provare è quello di desiderare il suo bene, e di non provare rancore però ho reputato “saggio” tenermene a distanza e certo non gli vado vicino per contagiarlo d’amore, rischiando che mi crocifigga di nuovo. La sfida è farmi contagiare così tanto dall’amore del padre, da riuscire ad accettare di essere di nuovo ferita pur di non abbandonare l’altro alla sua solitudine?
Laura: credo che, se fossimo capaci veramente di amare COME Lui, il suo amore ci riempirebbe a tal punto che nessuno potrebbe più ferirci…
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Videoconferenze. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...