VIDEOCONFERENZA sul Vangelo domenicale di MARTEDÍ 14 OTTOBRE 2014 h. 21.00 sul tema è: “Da dove vieni e dove vai?” (Mt 22,15-21), a cura di Luca Buccheri, Monica Rovatti e Anna Affumicato.

Per chi non avesse avuto modo di seguire la diretta della videoconferenza, può rivederla lasciando sul nostro blog i vostri pensieri, le vostre riflessioni, domande, etc., che potranno ricevere anche una risposta

 

 

Le domande fatte nella diretta a Luca Buccheri:

  • Stefano Nora: ciao Luca come prima domanda vorrei sapere xkè il martedì, se ha una sua specificità la scelta
  • sauro: “Guardare con più attenzione le cose, e non farsele raccontare da qualcuno”. In questa frase da te citata, caro Luca, secondo me il punto focale di questa temibile dittatura silenziosa (potere temporale di oggi), che ha tolto a molte persone le loro radici, da dove vengono, perdendo la visibilità del passato e di chi è passato da qui prima di noi, togliendoci conseguentemente la bussola per proseguire. Questa profonda crisi anche ecologica non può essere superata, secondo me, se non ci riprendiamo la “bussola” e riappropriandoci del nostro DNA
  • alessandra (BO): Non vorrei fare una lettura parziale e un pò ideologica ma non potrebbe essere un’indicazione e un invito alle comunità del tempo e di tutti i tempi e alla Chiesa (soprattutto in questo momento di sinodo), a vivere pienamente il mondo e ad accogliere con impegno e responsabilità le sfide che la Storia lancia sfuggendo dalle derive spiritualistiche? Che ne pensi caro Luca?
  • Raffaele: Grazie a tutti ma sopratutto a te Luca, per avermi fatto conoscere questo “nuovo” modo di condividere la parola del Signore. Un abbraccio

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Videoconferenze. Contrassegna il permalink.

4 risposte a VIDEOCONFERENZA sul Vangelo domenicale di MARTEDÍ 14 OTTOBRE 2014 h. 21.00 sul tema è: “Da dove vieni e dove vai?” (Mt 22,15-21), a cura di Luca Buccheri, Monica Rovatti e Anna Affumicato.

  1. hanna ha detto:

    GRANDE SAURO, GRAZIE!!! TU LE COSE LE VIVI DI PERSONA CON TUTTA LA TUA SENSIBILITA’ E TE NE PRENDI CURA. COME PER QUESTO BLOG.
    BUONANOTTE A TE.

    • saurosecci ha detto:

      Grazie a te carissima, è il minimo che posso fare per questo bene prezioso che è questo bellissimo spazio di condivisione che ci fa sentire uniti. Un grande abbraccio

  2. Anonimo ha detto:

    Ciao a tutti,
    avrei 2 domande sulla videoconferenza sul tema “Da dove vieni e dova vai?”
    1) cosa ti permette di affermare che “assoluto” significa “ciò che è sciolto”?
    2) in questo brano ritorna 2 volte il tema della verità. “sappiamo che sei veritiero..” e “insegni secondo verità”. Che cos’è la verità di Gesù per Matteo?
    Mi pare che sia di più la verità che Gesù viene a svelarci che ci libera piuttosto che l’Assoluto.
    Grazie
    ElisabettaG.

  3. terradelsanto ha detto:

    Cara Elisabetta shalom! Le tue domande mi danno occasione di rilanciare anche lo strumento del blog, che Sauro cura con tanta premura, per continuare in qualche modo a “ruminare” quella parola del Vangelo che è al centro di questi commenti, il martedì sera.
    Alla tua prima domanda (cosa ti permette di affermare che “assoluto” significa “ciò che è sciolto”?) rispondo che “assoluto” deriva dalla parola latina “ab-solutus”, che vuol dire appunto sciolto, slegato, libero da ogni necessità, legame o costrizione. Infatti una soluzione è l’insieme di più sostanze sciolte insieme.
    Alla tua seconda domanda (Che cos’è la verità di Gesù per Matteo?) rispondo che la verità è la persona stessa di Gesù, il modo, lo stile in cui lui ha scelto di vivere, amando e perdonando, senza farla pagare a chi lo considerava nemico; la verità, cioè la scelta di vivere secondo la vita e lo stile di Gesù, cioè secondo il vangelo, è in grado di liberare, sciogliere il cuore dell’uomo dai legacci di morte dell’egoismo e della paura. Tra l’altro questo dell’amore che libera e vince l’egoismo, è il tema del vangelo che leggeremo martedì sera e domenica prossima. La sorgente però di questa energia d’amore non è Gesù in sè, ma D-o Padre, col quale Gesù vive un rapporto filiale di amorosa intimità e unità. Spero di averti risposto. Un abbraccio. Luca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...