PROGETTO SOLOMON di Parrocchia dell’Invisibile: La raccolta è CHIUSA. Grazie della grande generosità

COS’E’ IL “PROGETTO SOLOMON”?

E’ un PROGETTO di MICROCREDITO (e non solo…) nei riguardi dell’amico nigeriano Solomon Ikenna Ifeanacho, profugo 3 anni fa a Lampedusa con la sua famiglia, per aiutarlo ad iniziare una sua attività lavorativa di commercio tra la Toscana e la Nigeria.

CHI è SOLOMON?

solomonHo conosciuto Solomon 2 anni fa, quando avevo perso uno dei miei “angeli custodi”, emigrato in Francia, e mi ha fatto visita bussando al campanello della mia porta dicendo “BUONGIORNO DOTTORE” e cercando di vendermi un po’ della sua chincaglieria… Alla sua terza visita l’ho fatto salire in casa e abbiamo pranzato insieme. Prima però lui mi ha parlato della Bibbia, di Abramo, Mosè, Gesù, della storia della salvezza chiedendomi se la conoscevo… Solo dopo io ho svelato la mia identità ed ho saputo la sua storia: in fuga dalla Libia in guerra, imbarcato in uno dei tanti barconi che partivano da quelle coste come unica possibilità di vita, scampò al naufragio del 4 aprile 2011 al largo di Lampedusa (ci furono circa 250 morti) lui, sua moglie Stella e suo figlio di pochi mesi Emmanuel. Con lo status di profughi furono mandati prima a Bari e poi in Toscana, a Prato, dove hanno vissuto fino al 2013, rinnovando ogni anno il permesso di soggiorno grazie al “lavoro” di ambulante. Oggi Solomon vive a Montecatini con la moglie, mentre il figliolo ha iniziato il percorso scolastico in Nigeria, dalla nonna. Da circa un anno coltiva un sogno: aprire una sua attività di commercio con la Nigeria, spedendo merci che noi in Italia non aggiustiamo o consideriamo superate a favore dell’immenso mercato nigeriano e del centro Africa. Essendo di famiglia commercianti, lui è sicuro di riuscire in questo progetto e assicura che con una somma di circa 8000 euro (Solomon, non so come, ne ha già messi da parte 2000) possa effettuare la prima spedizione, utilizzando un vecchio furgone da acquistare e riempire di mercanzie, per poi spedirlo via mare dal porto di Genova alla volta di Lagos, capitale della Nigeria. Il furgone e la merce sarà venduto al fratello, per cui i soldi dovrebbero rientrare subito.

Solomon è soprattutto un giovane dal gran bel sorriso e dagli occhi pieni di gioia, un nostro fratello. Per me è stato ed è davvero un “dono di D-o” (come dice il suo nome africano Ikenna). Io voglio dare una mano a questo ragazzo, perché nei suoi occhi rivedo i miei, e quella sua pelle e storia potrebbe essere le mie…

Il PROGETTO

Con l’amico Francesco ci stiamo attivando per ricercare un microcredito anche tramite le Misericordie e le banche toscane.  Ma qui entra in gioco anche la Parrocchia dell’Invisibile, cioè tutti noi. Perchè non riuscire insieme a raccogliere parte della cifra che gli serve? Si tratta di un vero e proprio esperimento di MICROCREDITO a beneficio di giovani volenterosi in difficoltà lavorative, per cui le somme prestate saranno restituite, senza interessi.
Con lui abbiamo un accordo non scritto, che nella cultura di questi popoli vale molto di più di un contratto: che cioè restituirà a tutti i suoi creditori le somme prestate entro un anno. Questo per non favorire l’assistenzialismo e per dare una scadenza certa alla sua attività e al rientro delle somme. Insomma potremmo funzionare proprio come una “banca dei poveri” che fa microcredito, con la differenza che noi non avremo da lui alcun interesse, ma solo la somma prestata. Un modo anche per dire che non si fanno soldi con i soldi. Pensiamo che verso fine inverno-inizi primavera 2015 potrebbe realizzare la prima spedizione.
La restituzione del denaro: dopo un anno.

Le somme prestate saranno registrate e il nome del creditore apparirà insieme alla somma nella tabella disponibile nel sito Terra del Santo (link), man mano che arriveranno.
Per far giungere il denaro utilizzeremo il mio conto presso la Banca Etica, per cui sarà fondamentale specificare la causale: “Progetto Solomon” e il nome e cognome del creditore.

Questo è il Codice IBAN: IT88X0501802800000009004319 – Banca Etica –
intestato a LUCA BUCCHERI
causale: “Progetto Solomon” + nome e cognome del creditore.

Solomon mi ha domandato fiducia, parola che per me ha un significato profondo.
Fiducia concreta, incarnata, verificabile. Per tutti noi fidarsi sarà un bel modo per continuare il.. Viaggio della vita!
Un abbraccio forte e un grazie sincero a tutti!

Luca Buccheri

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...